Espone

 

Esovisioni

Le esposizioni del ciclo «Esovisioni» sono ideate, progettate e realizzate dal Museo delle Culture, in coproduzione con Giunti Arte Mostre Musei e con la collaborazione di istituzioni scientifiche internazionali e sono immaginate, sin dal loro costituirsi, per essere facilmente reiterate in più sedi museali.

La responsabile del ciclo espositivo è Alessia Borellini. Con Esovisioni, neologismo creato dal Museo delle Culture, si intende coniugare l'idea dell'esotismo e dell'Altro con la "visione", fenomeno che determina la fotografia e la accomuna all'arte.Le esposizioni del ciclo Esovisioni sono dedicate al tema dell'esotismo e in particolare alle peculiarità e ai percorsi della visione delle culture attraverso l'obiettivo fotografico nel Novecento, con lo scopo di costruire nel tempo una sorta di mappa della visione dell'Altro. L'itinerario della ricerca, al contempo scientifico e artistico, trova significativi accostamenti col percorso di esplorazione delle affinità stilistiche con l'arte etnica che fu sviluppato dalle Avanguardie artistiche del Novecento e che costituisce una delle ragioni formative della Collezione luganese.