Collezione Brignoni

 

Arte etnica ed estetica

La collezione di Serge Brignoni costituisce la base del Museo delle Culture. I generi e le provenienze geografiche delle opere della Collezione Brignoni, rispecchiano quelli maggiormente diffusi nelle raccolte europee, australiane e nordamericane della metà del Novecento e non manca quasi nessun "pezzo" di quelli che furono considerati gli oggetti irrinunciabili del collezionismo dell'epoca. La maggior parte delle opere provengono dall'Estremo Oriente, dall'India, dal Sud-Est asiatico, dall'Indonesia e dall'Oceania. 

Per comprendere i motivi che indussero un artista ticinese a collezionare durante tutto il corso della sua vita, incessantemente e con minuziosa cura, migliaia di opere provenienti da regioni e culture situate dall’altra parte del mondo, occorre addentrarsi nella biografia dell’artista e indagare la fitta rete di relazioni che intrattenne dalla metà degli anni Venti con gli esponenti delle Avanguardie parigine, in particolare con il movimento Surrealista francese. A seguito del contatto con l’ambiente parigino nasce infatti la passione di Brignoni per l’arte “primitiva”. Le opere della Collezione sono espressione di una scelta raffinata che privilegia i manufatti di migliore esecuzione. Nell'insieme, la propensione del gusto di Brignoni volge marcatamente verso opere di carattere scultoreo, ed è da sottolineare la sua sensibilità nella scelta molto particolare di sculture esclusivamente lignee, segnate da contenuti e modalità creative di stampo espressionistico e contraddistinte da una particolare ricchezza del disegno e della decorazione pittorica. Nello specifico, l’opera catalogata con il numero di inventario As.Ind.1.002, proveniente dal Tamil Nadu, può essere considerata come esemplare del suo genere. Si tratta di un pannello decorativo scolpito ad altorilievo raffigurante la dea Ganga stante su un animale, affiancata da due personaggi secondari, sullo sfondo di una vegetazione che l’artista ha voluto suggerire lussureggiante e generosa. Personaggi, animali, fiori e tralci formano un unico insieme di equilibrata armonia compositiva, aderendo in tal modo ai tradizionali dettami estetici e iconografici della tradizione hindu. 

Uno studio accurato della collezione Brignoni, condotto dai ricercatori del Museo, si è concretizzato nella pubblicazione di due cataloghi scientifici disponibili in italiano e in inglese. 

Le opere della collezione Brignoni del Museo delle Culture sono state esposte in diverse occasioni in svariate sedi museali, quali il Quai Branly di Parigi e il Rietberg di Zurigo. Alcuni esempi di queste collaborazioni sono illustrati nella fotogallery. 

Scopri l'esposizione permanente

Foto gallery

Vedi tutte le opere della collezione Brignoni online

Foto gallery

La Collezione Brignoni. Arte per metamorfosi. Vol. 1

a cura di
Francesco Paolo Campione
Edizioni Mazzotta, Milano 2007, 256 pp. con 170 ill.ni a colori
Chf 90.-
ISBN 978-88-202-1843-0

Press