Il Museo

 

Villa Malpensata

Villa Malpensata fu costruita alla metà del Settecento secondo lo stile che a quel tempo caratterizzava il riassetto monumentale e paesaggistico delle rive dei grandi laghi alpini.

Utilizzata dal 1893 in poi come museo, divenne nel 1973 sede stabile del Museo d’Arte e sito apprezzato di esposizioni temporanee di diversi generi, spesso anche di grande successo. 

Oggi, completamente ristrutturata, ospita il Museo delle Culture. Il restauro, avviato nel 2014, ha coinvolto - oltre all’edificio principale - sia le due palazzine che la fiancheggiano a Nord, destinate agli uffici e al centro di ricerca e di documentazione, sia il giardino terrazzato a Sud, riorganizzato per ospitare gli spazi all’aperto del museo, la caffetteria e la terrazza rialzata che introduce al nuovo ingresso principale.

Tutti gli spazi sono stati riallestiti secondo gli standard internazionali climatici e museotecnici e dotati delle migliori condizioni di sicurezza.