Collezione Pilone

 

Storia della collezione

La Collezione Pilone è stata acquistata dal Museo delle Culture nel 2007è il frutto di una raccolta appassionata e lungimirante, fatta dalla giornalista . La raccolta è stata costituita dalla giornalista Rosanna Pilone (1931-2006), a cavallo fra gli anni Ottanta e Novanta. Rosanna Pilone, Vveneziana di nascita, ha sempre abitato e lavorato a Milano. Fin da giovanissima ha sviluppato un interesse, trasformato ben presto in passione, per la Cina, la sua cultura e il suo teatro, di cui divenne nel tempo una profonda e stimata conoscitrice. Tradusse alcune opere di Confucio e Laozi per la Rizzoli, e scrisse e curò una serie d'importanti studi fra i quali ricordiamo i più recenti, consultabili nella biblioteca del Museo delle Culture: Oltre la maschera: Storia di ragazzi d’opera cinese, International Cultural Exchange, Milano 1995; e Tradizione e realtà del teatro cinese: Dalle origini ai giorni nostri, International Cultural Exchange, Milano 1995.

La Collezione comprende 465 oggetti o gruppi di oggetti, il cui inventario sommario è stato attentamente verificato, integrato e commentato dalla Dott.ssa Alessia Borellini, ricercatrice in forza al Museo delle Culture. Fra le opere vi sono  maschere e visi dipinti, copricapi, accessori per il trucco e costumi, ventagli, strumenti musicali e, intere scenografie.

Negli anni la Collezione è stata oggetto di studi scientifici e del catalogo Teatro Cinese. Architetture Costumi, Scenografie curato da Rosanna Pilone, Sabina Ragaini e Yu Weijie per le Edizioni Electa di Milano nel 1995. Nel 2014 il Museo delle Culture ha pubblicato gli esiti delle sue ricerche sulla Collezione, approfondite nel corso degli anni, in un volume edito da Silvana, e ha dedicato una scenografica esposizione nelle sale dell’Heleneum.

Foto gallery

Jingju. Il teatro cinese nella Collezione Pilone

a cura di Elisa Gagliardi Mangilli e Barbara Gianinazzi
Silvana Editoriale, Cinisello Balsamo 2014
Collezioni 4
Chf. 42.-

Press